Il realismo russo.

Una contrapposizione all'Accademia. Le mostre itineranti dell'Associazione degli Ambulanti (Peredvižniki) furono, fin verso la fine del secolo, il più importante avvenimento del mondo culturale russo, invano contrastate negli ambienti accademici. Ma la contrapposizione all'Accademia, che era vivacissima negli anni settanta, si andò attenuando via via che si smorzavano i toni critici nella pittura degli Ambulanti e le loro opere ottenevano sempre maggiore attenzione e successo negli ambienti della cultura ufficiale. Nel 1894 infatti, Jl'ja Repin e altri dei più anziani maestri dell' Associazione vennero chiamati a insegnare all'Accademia delle arti di Pietroburgo.Il clima culturale era però sostanzialmente mutato, e alle soglie degli anni novanta molti degli artisti più giovani che entravano nell'Associazione dimostravano di non avere più interesse per una pittura ispirata all'impegno sociale.

Il paesaggio, il ritratto, il quadro di storia. Anche se molte delle opere degli artisti più anziani continuavano a rappresentare scene che rispecchiavano avvenimenti tipici della vita contemporanea - come Vladimir Makovskij nel suo Fallimento di una banca del 1881 - temi predominanti nella loro pittura divennero nel corso degli anni il paesaggio e il  ritratto. Pavel Tret'jakov costituì una propria esemplare galleria di ritratti di “scrittori, compositori e in genere operatori nel campo dell’arte”,come egli stesso disse, per lo più commissionandoli agli Ambulanti, che seppero fissare sulla tela immagini di intensa, profonda umanità nel raffigurare personaggi come Turgenëv, Dostoevskij, Tolstoj, Mussorskij Un genere nuovo di ritratto fu quello che, al di là delle caratteristiche individuali,seppe  riprodurre i caratteri dei rappresentanti delle nuove generazioni, socialmente impegnate: lo si può vedere nella figura decisamente anticonformista della Studentessa (1883) ritratta da Nikolaj Jarosenko (1846-1898) con i capelli tagliati corti e un moderno abbigliamento sportivo. In una posizione intermedia tra la tradizione naturalista degli Ambulanti e il postimpressionismo del gruppo di "Mondo dell'arte” si colloca la pittura dell'allievo di Repin, Valentin Serov (1865-1911), autore di scene contemporanee di intonazione intimista (Ragazza con pesche).Quanto alla pittura storica degli Ambulanti, essa assunse un ruolo particolare nella cultura ufficiale russa degli anni ottanta, pervasa di acceso nazionalismo: nei quadri storici di Vasilij Surikov (1848-1916) (Ritratto di Mussorgskij, 1881)e di Il'ja Repin si fa sempre più evidente l'ispirazione a cogliere nel passato nazionale lo spirito profondo dell'uomo russo.

banca.jpg

Fallimento di una banca

studentessa.jpg

Studentessa

ragazza.jpg

Ragazza con pesche

mussorgskij.jpg

Ritratto di Mussorgskij,